EVENTI

3 Aprile 2019

LUCI DELLA RIBALTA – Domenica 7 aprile appuntamento con la Schola Cantorum del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma

Un week end interamente dedicato alla musica per gli appassionati e i semplici curiosi. Doppio appuntamento, dal 5 al 7 aprile, con la ventunesima edizione di Luci della Ribalta, il festival organizzato dal Comune di Padula, con il contributo della Regione Campania nell’ambito del Poc 2014-2020.

L’evento clou di questo fine settimana sarà il concerto della Schola Cantorum del Pontificio Istituto di Musica sacra di Roma in programma per domenica 7 aprile, ore 19.30, presso gli spazi della chiesa di San Michele Arcangelo. A dirigere, Franz Karl Prassl. La Schola Cantorum del Polifonico del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma è un organismo stabile formato dagli studenti dei corsi accademici di Canto, Canto Gregoriano, Composizione, Direzione di Coro, Musicologia e Organo dell’Istituto stesso. All’interno del coro si crea ogni anno anche un ensemble vocale articolato diversamente a seconda del repertorio da eseguire. L’organo costituisce, insieme con la Musica Corale ed il Gregoriano, il fondamento sul quale tutta la vita didattica si regge; di conseguenza è l’organo che costituisce, insieme con la vocalità corale, l’offerta più consistente della stagione.

A dirigere il coro sarà Franz Karl Prassl. Ha studiato Teologia con Philipp Harnoncourt, Musica Sacra e Direzione di coro con Karl Ernst Hoffmann e Direzione con Milan Horvat. Ha completato gli studi in Semiologia gregoriana collaborando con eminenti studiosi, quali Godehard Joppich, Luigi Agustoni e Johannes Berchmans Göschl. Dal 1982 al 1992 è stato organista del duomo di Klagenfurt. Dal 1982 al 1989 è stato referente per la musica ecclesiastica della diocesi di Gurk. Dal 1989 è professore ordinario di Gregoriano e Storia della musica ecclesiastica presso l’Università di Musica e Arte drammatica di Graz e, dal 1995 al 2000, direttore del Dipartimento di Musica ecclesiastica. È membro del gruppo di studio “Cantus Planus” e membro del Comitato direttivo dell’AISCGre Internazionale. Si occupa di Liturgia e Storia della Musica sacra austriaca, con particolare interesse per quella del 12° secolo. Attualmente è docente di canto gregoriano presso il Pontificio istituto di musica sacra di Roma. A precedere il concerto, dal 5 al 7 aprile, nella Sala Sanseverino della Certosa di San Lorenzo, la masterclass in Teoria e pratica della solmisazione con Federico Del Sordo, docente di Pratica organistica e canto gregoriano all’Auditorium Santa Cecilia di Roma, esperto di scienze sociali applicate alla musica e alla filologia dei repertori musicali di epoca barocca, nonché autore di diverse monografie sul tema e autore di oltre 700 trasmissioni radiofoniche per la Rai e Radio Vaticana.

LUCI DELLA RIBALTA – Domenica 7 aprile appuntamento con la Schola Cantorum del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma

Ultimi articoli

NOTIZIE 7 Agosto 2020

CAMPO ESTIVO “RIPARTIAMO INSIEME” – PROSECUZIONE ATTIVITA’ 0-3 ANNI SINO AL 28 AGOSTO 2020

Si comunica che il Campo Estivo 2020 prosegue le sue attività, per i soli bimbi 0-3 anni, sino al 28 Agosto 2020.

NOTIZIE 4 Agosto 2020

La Certosa del Terzo Millennio cuore di PADULA NETWORK – Progetto di Candidatura di Padula a Capitale Italiana della Cultura 2022  

La Certosa del Terzo Millennio cuore di PADULA NETWORK Progetto di Candidatura di Padula a Capitale Italiana della Cultura 2022   Padula, Certosa di San Lorenzo 6 agosto 2020, alle 18,30 A seguire Concerto di Ylenia Cimino e Pasquale Vitale    È la Certosa del terzo millennio il faro di terra, il motore di aggregazione territoriale, che insieme a Padula sceglie di misurarsi con un’idea di sviluppo a traino culturale dell’area vasta del Vallo di Diano, a partire da un simbolo che rinnova la visione che la famiglia Sanseverino impresse nei secoli su quel luogo accogliente e celebrato.

AVVISI 29 Luglio 2020

AVVISO AUTOLETTURA CONTATORI IDRICI

Nell’ottica di collaborazione e al fine di velocizzare la rilevazione della lettura dei contatori idrici, si richiede alla cittadinanza di comunicare, entro e non oltre il 30.

torna all'inizio del contenuto